Fig.1 – L’avviso che informa dell’inizio del servizio mensa scolastica (A.S. 2017-2018)[/caption]   Il disservizio è stato argomento di consiglio comunale e riunione tra Giunta e genitori sul piede di guerra, ha interessato gran parte della comunità ed è giusto fare luce su quanto accaduto e come si è arrivati alla risoluzione del problema. In occasione del Consiglio comunale del 27 settembre 2017, il Sindaco Iannucci, sebbene l’argomento “mensa” non fosse all’ordine del giorno, ha ribattuto a una nota Facebook del Gruppo consiliare di opposizione (leggi qui) spiegando le sue ragioni a riguardo del disservizio. Secondo il primo cittadino, la vecchia amministrazione Greco, nel documento programmatico che illustra la guida strategica ed operativa dell'ente (DUP per i più avvezzi al funzionamento della macchina amministrativa), non aveva previsto fondi per quanto riguarda il servizio mensa, né per il trasporto dei bambini. Sempre secondo Iannucci questa negligenza ha ingessato l’operato della sua amministrazione, non consentendogli di avviare regolarmente il servizio di refezione scolastica. Il concetto è stato ribadito in una riunione che Sindaco, assessori e consiglieri hanno avuto con un gruppo di genitori e tenutasi subito dopo l’adunanza comunale. Niente soldi, niente mensa, almeno questo fino al “recupero” della liquidità necessaria. In quell'occasione non era stava paventata ai genitori nessuna altra soluzione possibile, rimandando il problema a novembre, mese per il quale si prevedeva un incasso in grado di dare il via al servizio. La risposta dell'ex sindaco Greco alle argomentazioni di Iannucci è giunta in occasione di un incontro con i cittadini tenutosi domenica 8 ottobre 2017 (vedi qui la nostra diretta); secondo Greco il servizio mensa sarebbe potuto partire regolarmente operando una variazione di bilancio (spostando i soldi necessari da un altro capitolo) e affidando momentaneamente il servizio - fino a espletamento del nuovo bando - al vecchio gestore SIARC.  Un’operazione, secondo Greco, alla pari di quella portata a termine con il servizio scuolabus e già messa in atto quando era egli a ricoprire la carica di sindaco.

Come ha risolto il problema la Giunta Iannucci

La variazione al bilancio di previsione richiamata da Greco, è stata deliberata dalla Giunta Iannucci in data 6 ottobre 2017 (atto n°46). Nella stessa (leggi qui) è stata apportata una variazione in aumento di 8.100 euro, ovvero le somme frutto della rinuncia dell'indennità da parte di Sindaco e assessori, per il periodo che va dal 12/06/2017 al 31/12/2017, seguendo così quanto già fatto (nota datata 12/07/2017) dal vicesindaco Francesco De Luca, che, è giusto sottolinearlo, per primo ha dimostrato lungimiranza e senso di appartenenza al territorio. L’amministrazione comunale ha affidato sempre alla ditta SIARC la momentanea gestione dei pasti e pubblicato il bando per il prosieguo del servizio. Sarà possibile riutilizzare i ticket mensa non impiegati lo scorso anno, altresì “dalle ore 8.15 alle ore 9.00 del giorno 13/10/2017, presso il plesso di Vadue, sarà possibile ritirare direttamente i ticket mensa dietro esibizione della regolare ricevuta di pagamento (ndr - vedi Fig.1 per gli estremi del versamento postale o bancario)” fonte. Sul sito del Comune sono anche presenti i menu settimanali: Menu infanzia Piretto, Menu infanzia Vadue, Menu primaria centro, Menu primaria Vadue.

Alla luce dei fatti

Non ci è dato sapere se la variazione al bilancio di previsione potesse essere attuata anche senza la rinuncia delle indennità da parte della Giunta Iannucci, così come ha lasciato intendere l’ex sindaco Greco, lasciamo a chi mastica maggiormente la materia fare le osservazioni del caso. Sull'intera vicenda ci piace però dare un nostro punto di vista super partes. Un plauso va sicuramente dato alla Giunta Iannucci che, rinunciando all’indennità fino a fine 2017, ha dato un segno tangibile dell’attaccamento al territorio. Un riconoscimento va però anche dato ai genitori degli alunni interessati dal problema, mamme e papà che con caparbietà hanno lottato per i diritti dei loro figli, così come al Gruppo consiliare di opposizione, che ha sollevato il problema e richiamato l’attenzione generale (vedi nota Facebook citata a inizio articolo); senza l’intervento di queste due parti, probabilmente la mensa non sarebbe ancora partita; come dire, le due "forze" sono riuscite a spronare e innescare nella Giunta Iannucci la scintilla necessaria affinché si potesse risolvere il problema. A chiosa del discorso è d’uopo una riflessione, non è forse questa una piccola dimostrazione che discutendo, collaborando, partecipando attivamente alla vita politica e amministrativa del proprio territorio, anche nel contraddittorio, si riescono a ottenere risultati insperati? Un uomo che non partecipa alla vita della comunità, che si estranea, è un morto che cammina (Dario Fo). Mind the gap Gianfranco Forlino   * DIFFERIMENTO INIZIO MENSA SCOLASTICA. Da una nota pubblicata sulla pagina Facebook dell'Amministrazion comunale: "Su espresso invito del Sindaco si è svolto questa mattina un incontro presso la casa comunale di Carolei per portare a conoscenza di alcuni sviluppi in prossimità dell’inizio della mensa scolastica prevista per giorno 16 ottobre. All’incontro hanno partecipato: il Sindaco Francesco Iannucci, il Vice Sindaco Francesco De Luca, l’Assessore Paolo Filice, Il Capogruppo di opposizione Francolino Greco, il Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo Carolei-Dipignano, il Presidente ed i rappresentanti dei Consigli d’Istituto, i rappresentanti dei Genitori dei plessi interessati. Il problema, sorto giorno 13 ottobre, riguarda una nota giunta al Comune da parte della Società SIARC che comunica la disponibilità alla continuazione del servizio di mensa ma il non accoglimento ad effettuare il servizio secondo il menù pervenuto da parte dell’ASP di Cosenza – servizio degli alimenti e nutrizione – acquisito dal Comune di Carolei, bensì la distribuzione del menù che la stessa società effettua sul Comune di Cosenza. Dopo che il Sindaco ha esposto ai presenti questo nuovo elemento che andrebbe a modificare sostanzialmente quello che è il servizio mensa, si è aperto il confronto con gli interventi da parte di tutti i soggetti interessati al fine di cercare la soluzione migliore per iniziare il servizio della mensa. Alla fine, preso atto dell’impossibilità da parte della SIARC di rispettare il menù pervenuto dall’ASP di Cosenza, tutti i partecipanti hanno comunicato al Sindaco di posticipare di una settimana l’inizio della mensa scolastica al fine di individuare una società che garantisca (naturalmente con gli stessi standard qualitativi) il rispetto del menù preparato dall’ASP di Cosenza. Preso atto della proposta, il Sindaco ha acconsentito di posticipare l’inizio della mensa scolastica e dare inizio a far data del 23 OTTOBRE 2017 la mensa scolastica sul territorio di Carolei. Nel contempo, l’Amministrazione Comunale cercherà di individuare una Società che garantisca il menù pervenuto. Il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti che hanno aderito all’invito e per l’attiva partecipazione dell’incontro". Aggiornamento del 14 ottobre 2016   ** MENSA SCOLASTICA: CONFERMATO AL 23 OTTOBRE L’INIZIO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA. Da una seconda nota pubblicata sulla pagina Facebook dell'Amministrazion comunale:  "Si è tenuto oggi pomeriggio (ndr - lunedì 16 ottobre) presso la casa comunale un incontro tra il Sindaco Francesco Iannucci, i rappresentanti della Giunta e l’Avv. Simona Albano nella qualità di Consigliere Procuratore della Società SIARC S.p.A. L’incontro si è reso necessario per risolvere il problema del menù predisposto dall’ASP di Cosenza al fine di garantire ai ragazzi e ragazze delle scuole ricadenti sul territorio di Carolei la refezione scolastica. Venendo incontro alle esigenze dell’Amministrazione Comunale di Carolei l’Avv. Albano ha garantito che la SIARC provvederà a servire il menù come pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Carolei. A questo punto, superato l’unico ostacolo vincolante affinché avesse inizio la refezione scolastica, l’Amministrazione Comunale di Carolei comunica ufficialmente che la mensa scolastica prenderà il via a partire dal giorno 23 ottobre 2017. Vivo apprezzamento da parte del primo cittadino che, seguendo le indicazioni scaturite nel corso dell’incontro di sabato scorso, ha portato a termine l’iter per iniziare la refezione scolastica. Si coglie l’occasione anche per ringraziare la società SIARC che garantirà il servizio mensa." Aggiornamento del 16 ottobre 2016  "/>

Mensa scolastica… bravi un po’ tutti

L’inizio dell’anno scolastico non è stato dei migliori, molti genitori hanno infatti lamentato il mancato avvio del servizio mensa scolastica. Oggi apprendiamo che la mensa sarà fruibile a partire da lunedì 16 ottobre 2017 (vedi Fig.1)
(* con note del 14 e del 16 ottobre, l’Amministrazione comunale informa sul differimento dell’avvio del Servizio Mensa, posticipato a lunedì 23 ottobre – leggi note a fine articolo).

Fig.1 – L’avviso che informa dell’inizio del servizio mensa scolastica (A.S. 2017-2018)

 

Il disservizio è stato argomento di consiglio comunale e riunione tra Giunta e genitori sul piede di guerra, ha interessato gran parte della comunità ed è giusto fare luce su quanto accaduto e come si è arrivati alla risoluzione del problema.

In occasione del Consiglio comunale del 27 settembre 2017, il Sindaco Iannucci, sebbene l’argomento “mensa” non fosse all’ordine del giorno, ha ribattuto a una nota Facebook del Gruppo consiliare di opposizione (leggi qui) spiegando le sue ragioni a riguardo del disservizio. Secondo il primo cittadino, la vecchia amministrazione Greco, nel documento programmatico che illustra la guida strategica ed operativa dell’ente (DUP per i più avvezzi al funzionamento della macchina amministrativa), non aveva previsto fondi per quanto riguarda il servizio mensa, né per il trasporto dei bambini. Sempre secondo Iannucci questa negligenza ha ingessato l’operato della sua amministrazione, non consentendogli di avviare regolarmente il servizio di refezione scolastica.

Il concetto è stato ribadito in una riunione che Sindaco, assessori e consiglieri hanno avuto con un gruppo di genitori e tenutasi subito dopo l’adunanza comunale. Niente soldi, niente mensa, almeno questo fino al “recupero” della liquidità necessaria. In quell’occasione non era stava paventata ai genitori nessuna altra soluzione possibile, rimandando il problema a novembre, mese per il quale si prevedeva un incasso in grado di dare il via al servizio.

La risposta dell’ex sindaco Greco alle argomentazioni di Iannucci è giunta in occasione di un incontro con i cittadini tenutosi domenica 8 ottobre 2017 (vedi qui la nostra diretta); secondo Greco il servizio mensa sarebbe potuto partire regolarmente operando una variazione di bilancio (spostando i soldi necessari da un altro capitolo) e affidando momentaneamente il servizio – fino a espletamento del nuovo bando – al vecchio gestore SIARC.  Un’operazione, secondo Greco, alla pari di quella portata a termine con il servizio scuolabus e già messa in atto quando era egli a ricoprire la carica di sindaco.

Come ha risolto il problema la Giunta Iannucci

La variazione al bilancio di previsione richiamata da Greco, è stata deliberata dalla Giunta Iannucci in data 6 ottobre 2017 (atto n°46). Nella stessa (leggi qui) è stata apportata una variazione in aumento di 8.100 euro, ovvero le somme frutto della rinuncia dell’indennità da parte di Sindaco e assessori, per il periodo che va dal 12/06/2017 al 31/12/2017, seguendo così quanto già fatto (nota datata 12/07/2017) dal vicesindaco Francesco De Luca, che, è giusto sottolinearlo, per primo ha dimostrato lungimiranza e senso di appartenenza al territorio.

L’amministrazione comunale ha affidato sempre alla ditta SIARC la momentanea gestione dei pasti e pubblicato il bando per il prosieguo del servizio. Sarà possibile riutilizzare i ticket mensa non impiegati lo scorso anno, altresì “dalle ore 8.15 alle ore 9.00 del giorno 13/10/2017, presso il plesso di Vadue, sarà possibile ritirare direttamente i ticket mensa dietro esibizione della regolare ricevuta di pagamento (ndr – vedi Fig.1 per gli estremi del versamento postale o bancario)” fonte.
Sul sito del Comune sono anche presenti i menu settimanali: Menu infanzia Piretto, Menu infanzia Vadue, Menu primaria centro, Menu primaria Vadue.

Alla luce dei fatti

Non ci è dato sapere se la variazione al bilancio di previsione potesse essere attuata anche senza la rinuncia delle indennità da parte della Giunta Iannucci, così come ha lasciato intendere l’ex sindaco Greco, lasciamo a chi mastica maggiormente la materia fare le osservazioni del caso. Sull’intera vicenda ci piace però dare un nostro punto di vista super partes. Un plauso va sicuramente dato alla Giunta Iannucci che, rinunciando all’indennità fino a fine 2017, ha dato un segno tangibile dell’attaccamento al territorio. Un riconoscimento va però anche dato ai genitori degli alunni interessati dal problema, mamme e papà che con caparbietà hanno lottato per i diritti dei loro figli, così come al Gruppo consiliare di opposizione, che ha sollevato il problema e richiamato l’attenzione generale (vedi nota Facebook citata a inizio articolo); senza l’intervento di queste due parti, probabilmente la mensa non sarebbe ancora partita; come dire, le due “forze” sono riuscite a spronare e innescare nella Giunta Iannucci la scintilla necessaria affinché si potesse risolvere il problema.

A chiosa del discorso è d’uopo una riflessione, non è forse questa una piccola dimostrazione che discutendo, collaborando, partecipando attivamente alla vita politica e amministrativa del proprio territorio, anche nel contraddittorio, si riescono a ottenere risultati insperati? Un uomo che non partecipa alla vita della comunità, che si estranea, è un morto che cammina (Dario Fo).

Mind the gap

Gianfranco Forlino

 

* DIFFERIMENTO INIZIO MENSA SCOLASTICA. Da una nota pubblicata sulla pagina Facebook dell’Amministrazion comunale: Su espresso invito del Sindaco si è svolto questa mattina un incontro presso la casa comunale di Carolei per portare a conoscenza di alcuni sviluppi in prossimità dell’inizio della mensa scolastica prevista per giorno 16 ottobre. All’incontro hanno partecipato: il Sindaco Francesco Iannucci, il Vice Sindaco Francesco De Luca, l’Assessore Paolo Filice, Il Capogruppo di opposizione Francolino Greco, il Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Carolei-Dipignano, il Presidente ed i rappresentanti dei Consigli d’Istituto, i rappresentanti dei Genitori dei plessi interessati. Il problema, sorto giorno 13 ottobre, riguarda una nota giunta al Comune da parte della Società SIARC che comunica la disponibilità alla continuazione del servizio di mensa ma il non accoglimento ad effettuare il servizio secondo il menù pervenuto da parte dell’ASP di Cosenza – servizio degli alimenti e nutrizione – acquisito dal Comune di Carolei, bensì la distribuzione del menù che la stessa società effettua sul Comune di Cosenza. Dopo che il Sindaco ha esposto ai presenti questo nuovo elemento che andrebbe a modificare sostanzialmente quello che è il servizio mensa, si è aperto il confronto con gli interventi da parte di tutti i soggetti interessati al fine di cercare la soluzione migliore per iniziare il servizio della mensa. Alla fine, preso atto dell’impossibilità da parte della SIARC di rispettare il menù pervenuto dall’ASP di Cosenza, tutti i partecipanti hanno comunicato al Sindaco di posticipare di una settimana l’inizio della mensa scolastica al fine di individuare una società che garantisca (naturalmente con gli stessi standard qualitativi) il rispetto del menù preparato dall’ASP di Cosenza. Preso atto della proposta, il Sindaco ha acconsentito di posticipare l’inizio della mensa scolastica e dare inizio a far data del 23 OTTOBRE 2017 la mensa scolastica sul territorio di Carolei. Nel contempo, l’Amministrazione Comunale cercherà di individuare una Società che garantisca il menù pervenuto. Il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti che hanno aderito all’invito e per l’attiva partecipazione dell’incontro“. Aggiornamento del 14 ottobre 2016

 

** MENSA SCOLASTICA: CONFERMATO AL 23 OTTOBRE L’INIZIO DELLA REFEZIONE SCOLASTICA. Da una seconda nota pubblicata sulla pagina Facebook dell’Amministrazion comunale:  Si è tenuto oggi pomeriggio (ndr – lunedì 16 ottobre) presso la casa comunale un incontro tra il Sindaco Francesco Iannucci, i rappresentanti della Giunta e l’Avv. Simona Albano nella qualità di Consigliere Procuratore della Società SIARC S.p.A. L’incontro si è reso necessario per risolvere il problema del menù predisposto dall’ASP di Cosenza al fine di garantire ai ragazzi e ragazze delle scuole ricadenti sul territorio di Carolei la refezione scolastica. Venendo incontro alle esigenze dell’Amministrazione Comunale di Carolei l’Avv. Albano ha garantito che la SIARC provvederà a servire il menù come pubblicato sul sito istituzionale del Comune di Carolei. A questo punto, superato l’unico ostacolo vincolante affinché avesse inizio la refezione scolastica, l’Amministrazione Comunale di Carolei comunica ufficialmente che la mensa scolastica prenderà il via a partire dal giorno 23 ottobre 2017. Vivo apprezzamento da parte del primo cittadino che, seguendo le indicazioni scaturite nel corso dell’incontro di sabato scorso, ha portato a termine l’iter per iniziare la refezione scolastica. Si coglie l’occasione anche per ringraziare la società SIARC che garantirà il servizio mensa.Aggiornamento del 16 ottobre 2016