Leggi qui la circolare diramata dal Ministero. [caption id="attachment_461" align="aligncenter" width="535"] La circolare del 7 giugno 2017 emanata dal Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza.[/caption] Tutte le associazioni che intendono organizzare degli eventi sul territorio, sono quindi chiamate a fornire con largo anticipo tutto il carteggio che comprovi il riscontro delle garanzie citate nel suddetto decreto, è bene ribadire che si tratta di conditio sine qua non, senza il rispetto delle norme non sarà possibile svolgere la manifestazione. Sarà necessario fornire copia della documentazione all’ente comunale e ai Carabinieri. Iannucci ha altresì esortato le associazioni a produrre una accurata programmazione annuale delle manifestazioni che si intenderà svolgere, solo così la macchina amministrativa potrà organizzarsi a dovere e fornire l’adeguato supporto organizzativo e di tipo economico. Il secondo punto trattato dal sindaco Iannucci riguarda la collaborazione. Il primo cittadino ha esortato le associazioni del posto a fare rete, collaborando in modo stretto, così da riuscire a promuovere meglio ogni singola manifestazione, evitando sovrapposizioni di date, riuscendo a organizzare manifestazioni ben distinte e che offrano ai partecipanti una gamma variegata di eventi. Iannucci si è detto disposto a fornire un locale che potrà essere punto di incontro per le varie associazioni, così da indire riunioni allargate e volte alla cooperazione. La collaborazione delle associazioni sarà un elemento fondamentale, anche in vista di una nuova opportunità per il comune di Carolei, il sindaco ha infatti informato i presenti in merito a un progetto che punta a mappare le aree di interesse turistico del territorio e che darà vita a un modello di turismo relazionale e integrato, che potrebbe essere “gestito” dall’Amministrazione comunale in concerto con le associazioni caroleane. In merito ne sapremo di più nei prossimi mesi. Visto il congruo numero di associazioni presenti sul territorio, al fine di ottimizzare il rapporto con l’ente comunale, Iannucci propone alle associazioni di fare capo alla Pro-Loco, sottolineando che un dialogo diretto sarà sempre e comunque garantito, nella fattispecie il punto di riferimento sarà il sindaco e l’assessore alla cultura. Il prossimo 6 novembre tutte le associazioni sono state invitate dalla Pro-Loco a prendere parte a un incontro, durante lo stesso saranno illustrate alcune idee che la Pro-Loco vorrebbe da subito mettere in campo.   Gianfranco Forlino"/>

Incontro tra Comune e Associazioni caroleane. Fare rete per avere successo

Lo scorso 21 ottobre, presso la casa comunale, si è tenuto un incontro tra l’Amministrazione comunale e le associazioni del territorio, allo stesso ha preso parte anche CaroleiReport. La riunione voluta dal sindaco Iannucci è stata occasione di incontro per quasi tutte le associazioni impegnate su Carolei, vi hanno infatti preso parte: Pro-loco, ANPI, Associazione Stuazzi&Pitazzi, Pro-Civ, Noise Live Events, Officina dei Colori, Freetime & friends, Arcà di Noè, Presepe vivente di Carolei, Centro studi Scaglione, Associazione Alfonso Rendano, Progetto IXIA e Carolei Rinasce.

Il sindaco Iannucci ha spiegato di aver promosso l’incontro per manifestare alle associazioni la vicinanza dell’Amministrazione comunale e per puntualizzare alcuni aspetto di primaria importanza.
In primis Iannucci ha reso noto che, in seguito alla circolare del 7 giugno 2017 emanata dal Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza, l’organizzazione di qualunque pubblica manifestazione dovrà attenersi a nuove e rigorose disposizioni. Le nuove norme riguardano eventi di carattere culturale, sportivo, musicale e di intrattenimento in genere; sono escluse le attività di spettacolo e di intrattenimento programmate all’interno dei locali e autorizzate ai sensi degli artt. 68 e 80 del TULPS (Testo Unico di pubblica sicurezza)

Tra le imprescindibili condizioni di sicurezza richiamate dal vademecum: percorsi separati di accesso all’area in cui si svolge la manifestazione, organizzazione del deflusso del pubblico, con contestuale indicazione dei varchi, piani di emergenza per l’evacuazione, previsioni di corridoi destinati al soccorso in emergenza, assistenza sanitaria adeguata al numero di persone che presumibilmente interverranno, divieto di vendita di alcolici e bevande in vetro etc. Leggi qui la circolare diramata dal Ministero.

La circolare del 7 giugno 2017 emanata dal Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

Tutte le associazioni che intendono organizzare degli eventi sul territorio, sono quindi chiamate a fornire con largo anticipo tutto il carteggio che comprovi il riscontro delle garanzie citate nel suddetto decreto, è bene ribadire che si tratta di conditio sine qua non, senza il rispetto delle norme non sarà possibile svolgere la manifestazione. Sarà necessario fornire copia della documentazione all’ente comunale e ai Carabinieri.
Iannucci ha altresì esortato le associazioni a produrre una accurata programmazione annuale delle manifestazioni che si intenderà svolgere, solo così la macchina amministrativa potrà organizzarsi a dovere e fornire l’adeguato supporto organizzativo e di tipo economico.

Il secondo punto trattato dal sindaco Iannucci riguarda la collaborazione. Il primo cittadino ha esortato le associazioni del posto a fare rete, collaborando in modo stretto, così da riuscire a promuovere meglio ogni singola manifestazione, evitando sovrapposizioni di date, riuscendo a organizzare manifestazioni ben distinte e che offrano ai partecipanti una gamma variegata di eventi. Iannucci si è detto disposto a fornire un locale che potrà essere punto di incontro per le varie associazioni, così da indire riunioni allargate e volte alla cooperazione.

La collaborazione delle associazioni sarà un elemento fondamentale, anche in vista di una nuova opportunità per il comune di Carolei, il sindaco ha infatti informato i presenti in merito a un progetto che punta a mappare le aree di interesse turistico del territorio e che darà vita a un modello di turismo relazionale e integrato, che potrebbe essere “gestito” dall’Amministrazione comunale in concerto con le associazioni caroleane. In merito ne sapremo di più nei prossimi mesi.

Visto il congruo numero di associazioni presenti sul territorio, al fine di ottimizzare il rapporto con l’ente comunale, Iannucci propone alle associazioni di fare capo alla Pro-Loco, sottolineando che un dialogo diretto sarà sempre e comunque garantito, nella fattispecie il punto di riferimento sarà il sindaco e l’assessore alla cultura.

Il prossimo 6 novembre tutte le associazioni sono state invitate dalla Pro-Loco a prendere parte a un incontro, durante lo stesso saranno illustrate alcune idee che la Pro-Loco vorrebbe da subito mettere in campo.

 

Gianfranco Forlino