leggi qui il nostro approfondimento). Il secondo punto trattato ha riguardato la ratifica della delibera di giunta n°46 del 06/10/2017, avente oggetto la variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2017/2019. Nella fattispecie, la suddetta variazione ha riguardato un aumento di 8.100 euro derivante dalla “rinuncia delle indennità di funzione da parte del Sindaco e degli Assessori”. Tali somme, ha spiegato Iannucci, sono state utilizzate per far partire il servizio mensa, inizio avvenuto lunedì 23 ottobre 2017 dopo diverse vicissitudini (leggi qui il nostro approfondimento). Il consiglio ha approvato all’unanimità. Al terzo punto dell’O.D.G. il Consiglio comunale è stato chiamato a pronunciarsi sulla delibera di G.C. n°49 del 30/11/2017. Il sindaco spiega il perché della variazione facendo un breve excursus… “La gestione dell’asilo nido di Vadue è stato finanziato con Pac ministeriali (ndr - Piano d'azione Coesione), contributi purtroppo ancora non decretati; al nostro ente sono anche state riconosciute delle somme, anch'esse ancora non disponibili, frutto della rinuncia ai Pac da parte del comune di Celico e che saranno ripartite tra i comuni di Mendicino, Carolei e Cosenza; non avendo ancora disponibilità dei fondi, né sapendo il Ministero quando e come deciderà di riconoscerli, l’Amministrazione ha comunque deciso di avviare il servizio coprendo le spese con fondi comunali.“ La somma necessaria per dare il via al servizio (circa 30mila euro) è stata recuperata rivedendo diversi capitoli del bilancio. Durante il dibattito la consigliera Condello ha chiesto al Sindaco se le somme recuperate inglobassero in qualche modo anche parte della liquidità afferente il “Bonus gratitudine” (ndr - incentivo riconosciuto dal Governo ai comuni disposti ad accettare e accogliere i migranti. Una sorta di “ricompensa” che il governo Renzi stanziò al fine di placare le proteste dei tanti comuni che rifiutavano di ospitare i richiedenti asilo). Il sindaco ha spiegato che tale bonus non è stato impiegato in tale circostanza. Per l’anno 2017 il suddetto incentivo si aggira intorno ai 15mila euro, 30mila euro circa è invece la cifra che il Governo riconosce al nostro Ente per il 2018. Il penultimo punto dell’O.D.G. ha riguardato la ratifica della delibera G.C. n°53 del 30/11/2017. Iannucci ha così spiegato la variazione d’urgenza oggetto della succitata delibera: “La vecchia Amministrazione Greco aveva richiesto e ottenuto un finanziamento di 300mila euro destinato al rifacimento della strada che attraversa parte del paese (ndr – tratto di strada rivestito con pietra e realizzato dalla vecchia Amministrazione Silvagni). Affinché si possa accendere il mutuo relativo al suddetto finanziamento è condizione necessaria presentare un progetto esecutivo, progetto purtroppo ancora privo di firma. Non post ponendo l’opera al 2018 sarebbe stato forte il rischio di perdere il finanziamento, si è così preferito spostare la somma in bilancio dall’anno 2017 all’anno 2018, anticipando altresì altre due opere – previste dalla vecchia amministrazione Greco per il 2018 – di cui già possediamo un progetto esecutivo e per le quali esiste già un finanziamento. Nella fattispecie è stato dato il via a un progetto di circa 50mila riguardante la costruzione di un muro nei pressi della Chiesa di San Luca Evangelista a Vadue e a un progetto di 149mila euro per la realizzazione del complesso Mercadante.” Il consiglio ha approvato all’unanimità. Ultimo punto oggetto del Consiglio ha riguardato l’approvazione dello studio di Microzonazione Sismica e analisi della condizione limite per l’emergenza. Questo tipo di studi ha l’obiettivo di razionalizzare la conoscenza sulle modifiche strutturali che il sisma può provocare in superficie, restituendo informazioni utili per la gestione del territorio, la progettazione, la pianificazione dell’emergenza e la ricostruzione post terremoto. "Nel 2011, per lo studio in oggetto la Giunta Regionale ha riconosciuto al comune di Carolei 18mila euro, il cui incasso (lo studio è già stato portato a termine) è subordinato all’approvazione in Consiglio Comunale". Il consiglio ha approvato all’unanimità.  
Una proroga per i lavoratori LSU e LPU in vista della stabilizzazione
Terminato il consiglio il Sindaco ha messo al corrente gli astanti dello svolgimento di una recente giunta comunale nella quale è stata approvata la proroga del servizio offerto dai lavoratori LSU e LPU in forza al comune di Carolei. La proroga si spera possa essere un primo passo verso la futura stabilizzazione dei lavoratori, così come auspicato dal governatore della nostra Regione, Mario Oliverio; in merito riportiamo un estratto di una sua recente dichiarazione ad alcuni quotidiani regionali: “la stragrande maggioranza dei Comuni calabresi, ad oggi, ha già deliberato la proroga dei contratti per un altro anno condividendo assieme a noi la responsabilità di fare un ulteriore passo avanti in direzione della stabilizzazione dei lavoratori e della progressiva fuoriuscita dal precariato…. Ringrazio per questo i sindaci e gli amministratori locali che ancora una volta hanno dimostrato di essere uniti, in un impegno collettivo che coinvolge la quasi totalità dei Comuni calabresi, a difesa dei lavoratori e delle proprie comunità, anche al fine di garantire i servizi necessari altrimenti messi in discussione”. Il sindaco Iannucci spiega che l’apporto fornito al comune di Carolei da questa categoria di lavoratori è stato determinante.  
I ringraziamenti del sindaco
A chiosa del Consiglio comunale Iannucci ha voluto ringraziare il gruppo di minoranza per aver promosso e partecipato, insieme al gruppo di maggioranza e alle associazioni attive sul territorio, l’evento CaroleiSolidale (ndr – Colletta alimentare e giornata del 30 dicembre 2017), nonché la neo-eletta consigliera Condello per aver “contribuito affinché ci accorgessimo di alcune situazioni a riguardo di quei 30mila di cui si faceva accenno in precedenza e che in qualche modo grazie alla normativa fornitaci dalla Condello possiamo riconoscere già da subito all’inizio dell’anno” (ndr – Iannucci si riferisce alla possibilità di fruire fin da subito del “Bonus gratitudine” previsto per l’anno 2018). “Quando si ha una minoranza costruttiva – conclude Iannucci – non posso che ringraziarla pubblicamente”."/>

Consiglio comunale del 30 dicembre 2017. È andata così…

Lo scorso 30 dicembre si è tenuto l’ultimo consiglio comunale dell’anno 2017. Prima di addentrarci nello specifico è d’uopo una precisazione. I resoconti effettuati da CaroleiReport inerenti i consigli comunali, riportano fedelmente lo svolgimento degli stessi, a parte eventuali considerazioni rimarcate in appositi e ben esplicitati paragrafi, tutto il restante testo prodotto restituisce puntualmente quanto accaduto nell’assise comunale; ai più “scettici” siamo sempre pronti a dimostrare in modo inconfutabile quanto asserito. Detto ciò, passiamo ad analizzare nel dettaglio come si è svolto il consiglio comunale. Salta subito all’occhio che per la minoranza sono presenti solo Longo (Gruppo Torre) e Condello.

Questi i punti all’ordine:

  • Presa d’atto rinuncia nomina Assessore Angelo Scorzo – Comunicazione nuovo assessore
  • Ratifica delibera G.C. n°46 del 06/10/2017 – Variazione d’urgenza bilancio di previsione finanziario 2017/2019
  • Ratifica delibera G.C. n°49 del 30/11/2017 – Variazione d’urgenza bilancio di previsione finanziario 2017/2019
  • Ratifica delibera G.C. n°53 del 30/11/2017 – Variazione d’urgenza bilancio di previsione finanziario 2017/2019
  • Approvazione studio di Microzonazione Sismica e analisi della condizione limite per l’emergenza


Il primo punto all’O.D.G.
ha riguardato la rinuncia dalla carica di Assessore da parte di Angelo Scorzo e relativo subentro del nuovo assessore: Tania Presta. Alla Presta sono state affidate funzioni relative ai seguenti uffici e servizi: Associazioni e Politiche giovanili (leggi qui il nostro approfondimento).

Il secondo punto trattato ha riguardato la ratifica della delibera di giunta n°46 del 06/10/2017, avente oggetto la variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2017/2019. Nella fattispecie, la suddetta variazione ha riguardato un aumento di 8.100 euro derivante dalla “rinuncia delle indennità di funzione da parte del Sindaco e degli Assessori”. Tali somme, ha spiegato Iannucci, sono state utilizzate per far partire il servizio mensa, inizio avvenuto lunedì 23 ottobre 2017 dopo diverse vicissitudini (leggi qui il nostro approfondimento). Il consiglio ha approvato all’unanimità.

Al terzo punto dell’O.D.G. il Consiglio comunale è stato chiamato a pronunciarsi sulla delibera di G.C. n°49 del 30/11/2017. Il sindaco spiega il perché della variazione facendo un breve excursus… “La gestione dell’asilo nido di Vadue è stato finanziato con Pac ministeriali (ndr – Piano d’azione Coesione), contributi purtroppo ancora non decretati; al nostro ente sono anche state riconosciute delle somme, anch’esse ancora non disponibili, frutto della rinuncia ai Pac da parte del comune di Celico e che saranno ripartite tra i comuni di Mendicino, Carolei e Cosenza; non avendo ancora disponibilità dei fondi, né sapendo il Ministero quando e come deciderà di riconoscerli, l’Amministrazione ha comunque deciso di avviare il servizio coprendo le spese con fondi comunali.“ La somma necessaria per dare il via al servizio (circa 30mila euro) è stata recuperata rivedendo diversi capitoli del bilancio.

Durante il dibattito la consigliera Condello ha chiesto al Sindaco se le somme recuperate inglobassero in qualche modo anche parte della liquidità afferente il “Bonus gratitudine” (ndr – incentivo riconosciuto dal Governo ai comuni disposti ad accettare e accogliere i migranti. Una sorta di “ricompensa” che il governo Renzi stanziò al fine di placare le proteste dei tanti comuni che rifiutavano di ospitare i richiedenti asilo). Il sindaco ha spiegato che tale bonus non è stato impiegato in tale circostanza. Per l’anno 2017 il suddetto incentivo si aggira intorno ai 15mila euro, 30mila euro circa è invece la cifra che il Governo riconosce al nostro Ente per il 2018.

Il penultimo punto dell’O.D.G. ha riguardato la ratifica della delibera G.C. n°53 del 30/11/2017. Iannucci ha così spiegato la variazione d’urgenza oggetto della succitata delibera: “La vecchia Amministrazione Greco aveva richiesto e ottenuto un finanziamento di 300mila euro destinato al rifacimento della strada che attraversa parte del paese (ndr – tratto di strada rivestito con pietra e realizzato dalla vecchia Amministrazione Silvagni). Affinché si possa accendere il mutuo relativo al suddetto finanziamento è condizione necessaria presentare un progetto esecutivo, progetto purtroppo ancora privo di firma. Non post ponendo l’opera al 2018 sarebbe stato forte il rischio di perdere il finanziamento, si è così preferito spostare la somma in bilancio dall’anno 2017 all’anno 2018, anticipando altresì altre due opere – previste dalla vecchia amministrazione Greco per il 2018 – di cui già possediamo un progetto esecutivo e per le quali esiste già un finanziamento. Nella fattispecie è stato dato il via a un progetto di circa 50mila riguardante la costruzione di un muro nei pressi della Chiesa di San Luca Evangelista a Vadue e a un progetto di 149mila euro per la realizzazione del complesso Mercadante.” Il consiglio ha approvato all’unanimità.

Ultimo punto oggetto del Consiglio ha riguardato l’approvazione dello studio di Microzonazione Sismica e analisi della condizione limite per l’emergenza. Questo tipo di studi ha l’obiettivo di razionalizzare la conoscenza sulle modifiche strutturali che il sisma può provocare in superficie, restituendo informazioni utili per la gestione del territorio, la progettazione, la pianificazione dell’emergenza e la ricostruzione post terremoto. “Nel 2011, per lo studio in oggetto la Giunta Regionale ha riconosciuto al comune di Carolei 18mila euro, il cui incasso (lo studio è già stato portato a termine) è subordinato all’approvazione in Consiglio Comunale”. Il consiglio ha approvato all’unanimità.

 

Una proroga per i lavoratori LSU e LPU in vista della stabilizzazione

Terminato il consiglio il Sindaco ha messo al corrente gli astanti dello svolgimento di una recente giunta comunale nella quale è stata approvata la proroga del servizio offerto dai lavoratori LSU e LPU in forza al comune di Carolei. La proroga si spera possa essere un primo passo verso la futura stabilizzazione dei lavoratori, così come auspicato dal governatore della nostra Regione, Mario Oliverio; in merito riportiamo un estratto di una sua recente dichiarazione ad alcuni quotidiani regionali: “la stragrande maggioranza dei Comuni calabresi, ad oggi, ha già deliberato la proroga dei contratti per un altro anno condividendo assieme a noi la responsabilità di fare un ulteriore passo avanti in direzione della stabilizzazione dei lavoratori e della progressiva fuoriuscita dal precariato…. Ringrazio per questo i sindaci e gli amministratori locali che ancora una volta hanno dimostrato di essere uniti, in un impegno collettivo che coinvolge la quasi totalità dei Comuni calabresi, a difesa dei lavoratori e delle proprie comunità, anche al fine di garantire i servizi necessari altrimenti messi in discussione”.
Il sindaco Iannucci spiega che l’apporto fornito al comune di Carolei da questa categoria di lavoratori è stato determinante.

 

I ringraziamenti del sindaco

A chiosa del Consiglio comunale Iannucci ha voluto ringraziare il gruppo di minoranza per aver promosso e partecipato, insieme al gruppo di maggioranza e alle associazioni attive sul territorio, l’evento CaroleiSolidale (ndr – Colletta alimentare e giornata del 30 dicembre 2017), nonché la neo-eletta consigliera Condello per aver “contribuito affinché ci accorgessimo di alcune situazioni a riguardo di quei 30mila di cui si faceva accenno in precedenza e che in qualche modo grazie alla normativa fornitaci dalla Condello possiamo riconoscere già da subito all’inizio dell’anno” (ndr – Iannucci si riferisce alla possibilità di fruire fin da subito del “Bonus gratitudine” previsto per l’anno 2018).
“Quando si ha una minoranza costruttiva – conclude Iannucci – non posso che ringraziarla pubblicamente”.