Il mio primo incontro con il “marziano” Sistino

Da piccolo, vivevo dirimpetto “aru Monumentu”; la casa in fitto aveva un balconcino che dava sulla strada principale, ricordo l’odore della frutta e della verdura fresca che risaliva dal locale di “Luigi da frutta”. Dall’angolo destro del balcone, infilando le scapole tra le asticelle della ringhiera, potevo scrutare un’astronave di vetro atterrata proprio all’inizio della benzina di Carolei. All’interno della nave spaziale facevano bella mostra tanti barattoli arancioni con scritte blu, sarà sicuramente stato il cibo di quel marziano che aveva deciso di atterrare nel nostro piccolo paesino.

Leggi tutto