L’Associazione Culturale “Alfonso Rendano”, per ricordare il 165° anniversario della nascita del nostro illustre concittadino, ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Carolei, l’Istituto Comprensivo Carolei-Dipignano e il Conservatorio "S. Giacomantonio di Cosenza", l’evento Enfant prodige. La manifestazione che ha avuto un buon riscontro di pubblico, si è svolta presso l’Auditorium “C. Gallina” e si è snodata lungo un coinvolgente itinerario letterario-musicale che ha tracciato il percorso umano e artistico del Maestro Rendano, alternando alla lettura di brani biografici, testimonianze storiche, desunte da articoli di giornali d’epoca, dal carteggio con Liszt e da quello con la moglie, Antonietta Trucco, e testimonianze in video, tratte dal TG3 Calabria, del M° Rodolfo Caporali, allievo di Rendano, scomparso pochi anni fa. Hanno dato vita al racconto, oltre che ad un gruppo di alunni della Scuola Secondaria di 1° grado di Carolei (Giuseppe Mangiacasale, Natasha Napolitano, Francesco Runco, Giuseppe Mauro, Nicolò Milano, Sara Porco, Elisa Guido, Giovanni Nuccitelli), alcune docenti e la Dirigente dello stesso Istituto. L’Associazione ringrazia, infatti, le proff.sse Claudia Pastore, Giada Grandinetti, Nica Federico, Lorenza Tucci, Mimma Paletta, Angela Sangiovanni, e la Dott.ssa Fiorangela d’Ippolito, per l’entusiasmo dimostrato e per l’avvincente perfomance. L’Associazione ci tiene a ringraziare anche la Prof.ssa Chiappetta per la realizzazione del ritratto di Rendano. Molto seducenti anche le esibizioni pianistiche di alcuni alunni della classe di pianoforte del medesimo Istituto, (Francesco Greco, Natasha Napolitano, Sara Tarantino) che, coordinati dalla prof.ssa Ketty Garritano, hanno eseguito brevi pezzi del repertorio rendaniano. Suggestiva l’esecuzione della stessa prof.ssa Garritano che ha suonato una parte del “Mefisto Valtz” di Liszt e Melodia per la mano sinistra di Alfonso Rendano. La parte concertistica si è conclusa, poi, con l’esecuzione del “Valzer triste” di Rendano da parte di Federica Servidio, allieva del Conservatorio “S. Giacomantonio”. Madrina della serata la Sig.ra Pia Caroselli che ha donato all’Istituto Comprensivo una foto ricordo, inviata dal Maestro Rendano a suo padre Costantino Caroselli, che riporta una dedica autografa del Maestro Rendano (vedi foto in basso) "/>

L’Associazione Culturale “Alfonso Rendano” celebra il 165° anniversario della nascita dell’illustre maestro

L’Associazione Culturale “Alfonso Rendano”, per ricordare il 165° anniversario della nascita del nostro illustre concittadino, ha organizzato, in collaborazione con il Comune di Carolei, l’Istituto Comprensivo Carolei-Dipignano e il Conservatorio “S. Giacomantonio di Cosenza”, l’evento Enfant prodige.

La manifestazione che ha avuto un buon riscontro di pubblico, si è svolta presso l’Auditorium “C. Gallina” e si è snodata lungo un coinvolgente itinerario letterario-musicale che ha tracciato il percorso umano e artistico del Maestro Rendano, alternando alla lettura di brani biografici, testimonianze storiche, desunte da articoli di giornali d’epoca, dal carteggio con Liszt e da quello con la moglie, Antonietta Trucco, e testimonianze in video, tratte dal TG3 Calabria, del M° Rodolfo Caporali, allievo di Rendano, scomparso pochi anni fa.

Hanno dato vita al racconto, oltre che ad un gruppo di alunni della Scuola Secondaria di 1° grado di Carolei (Giuseppe Mangiacasale, Natasha Napolitano, Francesco Runco, Giuseppe Mauro, Nicolò Milano, Sara Porco, Elisa Guido, Giovanni Nuccitelli), alcune docenti e la Dirigente dello stesso Istituto. L’Associazione ringrazia, infatti, le proff.sse Claudia Pastore, Giada Grandinetti, Nica Federico, Lorenza Tucci, Mimma Paletta, Angela Sangiovanni, e la Dott.ssa Fiorangela d’Ippolito, per l’entusiasmo dimostrato e per l’avvincente perfomance. L’Associazione ci tiene a ringraziare anche la Prof.ssa Chiappetta per la realizzazione del ritratto di Rendano.

Molto seducenti anche le esibizioni pianistiche di alcuni alunni della classe di pianoforte del medesimo Istituto, (Francesco Greco, Natasha Napolitano, Sara Tarantino) che, coordinati dalla prof.ssa Ketty Garritano, hanno eseguito brevi pezzi del repertorio rendaniano. Suggestiva l’esecuzione della stessa prof.ssa Garritano che ha suonato una parte del “Mefisto Valtz” di Liszt e Melodia per la mano sinistra di Alfonso Rendano. La parte concertistica si è conclusa, poi, con l’esecuzione del “Valzer triste” di Rendano da parte di Federica Servidio, allieva del Conservatorio “S. Giacomantonio”.

Madrina della serata la Sig.ra Pia Caroselli che ha donato all’Istituto Comprensivo una foto ricordo, inviata dal Maestro Rendano a suo padre Costantino Caroselli, che riporta una dedica autografa del Maestro Rendano (vedi foto in basso)